Yemen: Al-Qaeda compie attentato a Sana’a. Almeno un centinaio le vittime

Yemen, attentato a Sana’a. Sana’a si è svegliata nel sangue. Nella capitale yemenita è andato in scena un terribile attentato, rivendicato poi da Al-Qaeda, che ha portato all’uccisione di quasi 100 persone, ed al ferimento di altri 300 individui. L’atto terroristico s’è sviluppato durante le prove della parata militare prevista per oggi, che doveva festeggiare il 22esimo anniversario dell’unità yemenita. Stando a quanti riferito dalle fonte locali, un uomo con addosso un’uniforme militare, si sarebbe fatto esplodere, ed avrebbe dilaniato i corpi delle persone vicine, con i 13mila frammenti di ferro che aveva dentro la sua cintura esplosiva. Mohamed Nasser Ahmed, il ministro della difesa yemenita che assisteva alle prove della parata, è riuscito a salvarsi dal terribile agguato terroristico.

Dure condanne da Onu ed Ue – Al-Qaeda ha immediatamente rivendicato l’attentato. Alla base del tremendo gesto che ha sconvolto Sana’a, ci dovrebbe essere la rappresaglia dell’organizzazione terroristica di matrice islamica contro i raid del governo yemenita, che hanno distrutto le basi di Al-Qaeda nel sud del paese arabico. Ue ed Onu intanto hanno condannato il vile attentato. Catherine Ashton, il capo della diplomazia continentale, ha espresso infatti “profonda preoccupazione per tutti i tentativi di far deragliare la transizione in Yemen”. Il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon invece ha comunicato alla stampa questo suo pensiero: “Questo atto criminale non può essere giustificato da nessuna causa. Invito perciò tutte le parti nel Paese a rifiutare l’uso della violenza in tutte le sue forme, svolgendo un ruolo costruttivo nell’attuazione dell’accordo di transazione politica”.

Simone Lo Iacono