Presa la banda di via della Spiga

Il colpo alla gioielleria Scavia – La banda era quella del colpo da 5 milioni di euro messo a segno il mattino del 5 febbraio nella gioielleria Scavia, in via della Spiga a Milano, nel centro del quadrilatero della moda. Intorno alle 9, prima dell’orario di apertura al pubblico di tutti i negozi della zona, due rapinatori travestiti da vigili urbani erano entrati armati all’interno della boutique e avevano costretto i dipendenti ad aprire la cassaforte.

Legati con il nastro adesivo – In un secondo momento avevano legato i dipendenti con del nastro adesivo mentre loro provvedevano indisturbati a svuotare la cassaforte, operazione per la quale avevano impiegato circa mezz’ora, e poi erano usciti con la massima calma prima delle 10, orario di ufficiale apertura dei negozi, momento in cui scatta il presidio di tutta la zona da parte delle forze dell’ordine.

13 arresti – Sono state ben 13 le ordinanze di custodia cautelare eseguite dagli uomini della Squadra mobile di Milano. La banda era composta interamente da italiani molti dei quali già pregiudicati per vari reati, mentre alcuni di loro apparterrebbero, sempre secondo le indiscrezioni trapelate, al settore dell’oreficeria. Vari i capi d’accusa a carico degli arrestati, in ogni caso per tutti sono scattate le manette.

Marta Lock