Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

L’avvertimento di La Russa: Pronti ad uscire dal Pdl

CONDIVIDI

Quello consegnato oggi da Ignazio La Russa al quotidiano Il Messaggero sembra essere l’annuncio di una sfida tutta interna al suo partito. “Crediamo ancora nel progetto Pdlha spiegato l’ex ministro in rappresentanza del gruppo degli ex aennini – ma non avremmo alcuna paura a costruire una forza autonoma“. Un’ipotesi che potrebbe causare non pochi scompigli nel partito del Cavaliere, alle prese anche con altre proposte “spericolate”. Come quella avanzata da Claudio Scajola di azzerare tutti i vertici del partito, su cui però Ignazio La Russa ha espresso parere contrario.

A destra del Pdl – “Noi ex An crediamo ancora nel progetto del Pdl. Però ai Galan e ai Pisanu dico che non avremmo alcuna paura di costruire una forza autonoma più orientata a destra, magari federata con il Pdl”. A dichiararlo oggi, in un’intervista rilasciata al quotidiano romano Il Messaggero, è stato il coordinatore del Pdl, Ignazio La Russa. “Aggiungo che non si può stare in paradiso a dispetto dei santi – ha continuato l’ex ministro – Ma sia Alfano che Berlusconi sanno che se nascesse una forza a destra del Pdl, il primo a pagarne il prezzo sarebbe proprio il Pdl“.

No alla proposta di Scajola – Un’apparente minaccia di scissione prontamente smentita dallo stesso La Russa: “E’ esattamente l’opposto – ha precisato – Noi vogliamo unire, non dividere. Vogliamo stare in un Pdl unito. Ma tutti sanno che non avremmo alcuna difficoltà dal punto di vista dei consensi a stare da soli”. E il suo parere sulla soluzione suggerita da Claudio Scajola, relativa all’opportunità di azzerare i vertici del partito? “E’ brutto che questa proposta venga avanzata da Scajola – ha notato l’ex aennino – Ma cosa vuol dire azzerare tutto? Significa azzerare Berlusconi?”

Montezemolo è vecchio – “Scajola, con cui ho un buon rapporto, chiarisca – ha scandito l’ex ministro della Difesa – Non vorrei che per lui, o per altri, fosse attuale la canzone di De Andrè che diceva: la gente dà buoni consigli, se non può dare cattivo esempio“. Quanto alla possibilità che Luca Cordero di Montezemolo scenda finalmente in campo per riempire il “vuoto” politico nel centrodestra: “Neanche Montezemolo è il nuovo – ha tagliato corto La Russa – E se il criterio fosse il nuovismo a tutti i costi, per me anche Montezemolo sarebbe vecchio. E’ cent’anni che dice che entra in politica, rischiando di consumarsi prima di nascere”.

Maria Saporito

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram