Uccide il vicino durante un litigio, arrestato

Ucciso sul pianerottolo – I due vicini hanno iniziato a litigare sul pianerottolo del terzo piano di un palazzo di Monte Porzio Catone, un comune di poche migliaia di abitanti alle porte di Roma, questa mattina intorno alle 7. Tra i due erano già nati diversi diverbi a causa di rumori molesti, mai risolti, e per l’ennesima volta si stavano affrontando.

Il vicino armato – Il commerciante in pensione di 66 anni, Mario Nardi, era però armato e improvvisamente ha puntato la sua pistola contro il dirimpettaio Marcello Quattromini, un fisico nucleare di 49 anni ricercatore presso la società Enea, e gli ha sparato un solo colpo al cuore uccidendolo sul colpo. Poi l’uomo si è barricato in casa, e i carabinieri, dopo aver evacuato la palazzina a scopo cautelativo, a seguito di una breve trattativa sono riusciti a convincerlo ad arrendersi e farsi aprire la porta.

Sotto interrogatorio – L’uomo è stato portato nella caserma dei carabinieri della Compagnia di Frascati ed è stato sottoposto a interrogatorio. Secondo le prime notizie avrebbe confessato la propria già evidente colpevolezza. I militari stanno ascoltando però anche la moglie del fisico nucleare al fine di ricostruire con esattezza quanto avvenuto. Il 49enne ucciso lascia, oltre la moglie, tre figli di 12, 14 e 16 anni.

Marta Lock