Altri due suicidi a causa della crisi economica

Scia inarrestabile – Sembra destinata a non finire la lunga scia di suicidi che sta scuotendo tutta la penisola a causa delle difficoltà economiche che molte persone si trovano a dover fronteggiare in questo momento di profonda crisi. Due i casi registrati nella mattinata, uno ad Aosta, l’altro a Ostia.

L’artigiano edile – Il 61enne titolare di una piccola azienda artigiana nel settore edile è stato trovato la scorsa notte impiccato a un tubo di un cantiere di Champdepraz, appaltato da una ditta con il quale l’uomo aveva collaborato in passato. Non ha lasciato messaggi per spiegare il gesto, ma dalle prime indagini dei carabinieri giunti sul posto, sembrerebbe che l’uomo avesse gravi difficoltà economiche.

La parrucchiera di Parma – La donna trovata morta sulla spiaggia di Ostia, una parrucchiera 38enne di Parma, si sarebbe suicidata colpendosi con 6 coltellate. Nella lunga lettera in cui spiegava i motivi del suo gesto ha chiesto scusa ai familiari per la vergogna che gli avrebbe provocato e che voleva morire dopo aver visto Roma. La donna faceva la parrucchiera in un salone di Parma e, sempre nel contenuto del messaggio, ha spiegato di aver sempre svolto il proprio lavoro con il massimo impegno ma di non aver mai ricevuto in cambio lo stesso trattamento da chi la circondava.

Marta Lock