Calciomercato Inter, si tratta per Isla e Verratti. Forlan vuole restare

Calciomercato Inter – Messo a segno il colpo Palacio, che firmerà un triennale da 3 milioni a stagione (“E’ un ottimo acquisto, un giocatore che fa al caso nostro“, la benedizione di Moratti) e in attesa di sviluppi sul fronte Lavezzi (il Paris Saint-Germain ha offerto al Napoli 26 milioni, si aspetta il rilancio nerazzurro), l’Inter continua a monitorare il mercato alla ricerca di forze fresche in vista della prossima stagione. L’intenzione è quella di ringiovanire una squadra un po’ logora: la mediana ha bisogno di nuova linfa, qualche giocatore è un po’ in là con gli anni. E allora Branca e soci stanno studiando i colpi giusti: Isla e Verratti sono i nomi più caldi sul taccuino della dirigenza nerazzurra.

Mosse a centrocampo – Quello del cileno, 23 anni, da 5 all’Udinese, è un nome che viene accostato da tempo ai colori nerazzurri. La trattativa con la società friulana è in piedi, ma strappare a Giampaolo Pozzo un prezzo accessibile è impresa quasi impossibile. Per lasciar partire Isla il numero uno friulano ha chiesto di inserire nell’operazione Philippe Coutinho, ma Stramaccioni ha posto il veto alla cessione del brasiliano. E allora ecco il nome nuovo: Marco Verratti, 20 anni a novembre, talentuoso regista del Pescara. Le caratteristiche del centrocampista di Zeman sono ovviamente diverse da quelle di Isla, ma il giocatore piace eccome. Branca sta provando a inserirsi nella trattativa tra gli abruzzesi e la Juventus: l’offerta nerazzurra è di 6 milioni per la metà del cartellino, con la possibilità di lasciare il giocatore un altro anno a Pescara.

Chi parte? – Tutto da decifrare anche il mercato in uscita. Dopo l’anno nero appena concluso (20 presenze totali, 2 gol appena), Diego Forlan sembrava destinato a lasciare Milano. Al termine dell’amichevole in Russia (1-1 il risultato, vantaggio ospite di Suarez e pareggio di Kerzhakov), l’attaccante uruguaiano ha però lasciato intendere di voler continuare la sua esperienza nerazzurra: “Rimango all’Inter perché ho un contratto da rispettare. L’anno prossimo lotteremo per lo scudetto, è sicuro“. La realtà sembra ben diversa. Fallita la trattativa con l’Atletico Mineiro (troppo alto l’ingaggio dell’attaccante per le casse del club brasiliano), restano in piedi le piste che portano a San Paolo, Malaga e Penarol.

Pier Francesco Caracciolo