La Bindi bacchetta Vendola: No a ultimatum al Pd

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:13

In attesa che il segretario Pier Luigi Bersani ufficializzi la sua risposta all’accorato appello lanciato ieri da Nichi Vendola e Antonio Di Pietro al suo partito, è stata Rosy Bindi a parlare. Interpellata oggi da La Repubblica, il presidente del Pd ha detto di aver gradito poco il tono della richiesta avanzata ieri dagli “alleati”, arrivando a ipotizzare un tentativo di veto. 

Il commento stizzito della Bindi – “Non mi piacciono gli ultimatum e le minacce. Il Pd ha un progetto che Bersani ha chiamato il nuovo Ulivo: un’alleanza dai confini molto larghi”. All’indomani della partecipazione televisiva del leader di Sel, Nichi Vendola, e di quello dell’Idv, Antonio Di Pietro, al programma In Onda su La7, il presidente del Pd, Rosy Bindi, è tornata a marcare i contorni di un disegno già ampiamente illustrato: quello del Pd aperto a tutti. O quasi.

Alleanze trasversali – “Un’alleanza – ha ripreso la Bindi – capace di tenere insieme il centrosinistra, con tutte le sue forze, ma che punti anche a coinvolgere i moderati, le forze di centro, quelle che dopo aver staccato la spina a Berlusconi appoggiano il governo Monti per portare in sicurezza i conti dello Stato disastrati dalla stagione del centrodestra”. Un identikit che sembra coincidere perfettamente con il profilo di Pier Ferdinando Casini.

Il sospetto della democratica – Di più: incalzata sull’argomento, la dirigente del Pd ha rimarcato la sua insofferenza per i toni utilizzati ieri da Vendola e Di Pietro, arrivando a leggere dietro la loro proposta “il tentativo di portare a segno un veto“: “Una pretesa inaccettabile”, ha tagliato corto la Bindi. Che ha aggiunto: “Anche i centristi praticano il pressing nei nostri confronti, ma Vendola sbaglia ad accusarci di alleanzismo o altre amenità di questo tipo perché equità e crescita sono anche le nostre parole d’ordine”.

Aspettando Bersani – Non ha tardato ad arrivare la controreplica del governatore della Puglia: “Nessun ultimatum o minacce al Pd – ha precisato Nichi Vendola – E’ il nostro popolo ad aver lanciato un ultimatum alla politica, in particolare al centrosinistra”. E a chi gli ha chiesto un commento sul silenzio di Pier Luigi Bersani, “pungolato” sul delicatissimo tema delle alleanze da cementare: “So che parlerà nelle prossime ore – ha risposto il numero uno di Sel – martedì c’è la direzione nazionale ed io mi aspetto molto“.

Maria Saporito 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!