Home Notizie di Calcio e Calciatori

Calcioscommesse, Conte e Mauri in coro: “Siamo estranei a tutto”

CONDIVIDI

Calcioscommesse, dichiarazioni Conte e Mauri. La prima bomba del calcioscommesse, proveniente dalla Procura di Cremona, è esplosa sulla Serie A. Le prossime due dovrebbero arrivare dalle Procure di Napoli e Bari, e potrebbero sconvolgere ancora di più quello che una volta veniva identificato come il campionato più bello del mondo. In queste ore però non circolano solamente i nomi delle persone fermate ed indagate, ma anche le prime dichiarazioni di tutti i personaggi coinvolti. Il primo a parlare è stato Mauri, il capitano della Lazio arrestato ieri, che ha detto tramite i suoi legali d’essere innocente ed estraneo a tutta questa faccenda. Anche la sua squadra è intenzionata a credergli, ed ha fatto sapere di essere pronta a difendersi, se dovesse venire coinvolta nelle indagini.

Anche la Juve crede in Conte – Le prime dichiarazioni di Antonio Conte sono arrivate ieri sera dallo Juventus Center di Vinovo, dov’era presente anche Andrea Agnelli, che ha espresso tutta la sua vicinanza al tecnico bianconero ed a Leonardo Bonucci, il prossimo juventino che potrebbe essere indagato per il calcioscommesse. L’attuale tecnico della Juve, che ha da poco prolungato il proprio contratto con la formazione bianconera fino al 2015, si è rivolto ai giornalisti presenti, esprimendo questi concetti: “Ho sempre mostrato onestà ed integrità in ogni situazione. Con il Siena ho vinto un campionato con tre giornate di anticipo, con sacrificio, sudore, lacrime e soddisfazione. Ribadisco l’assoluta estraneità, mia e dei miei calciatori a qualunque altro fatto. E’ stata un’annata straordinaria, e nessuno la rovinerà”.

Severino: “Fenomeno che va stroncato” – L’ennesima colata di fango piombata sul calcio italiano, non ha lasciato esterrefatti solamente i numerosi appassionati italiani. L’eco delle decisioni prese dalla Procura di Cremona hanno fatto il giro dell’Europa e del Mondo, ed hanno trovato tantissimo spazio nelle testate giornalistiche più famose e conosciute. Dure reazioni sono arrivate anche dal mondo politico e da quello dello sport. Il Coni e la Figc hanno commentato aspramente l’intera faccenda, ed hanno invitato le istituzioni giuridiche a prendere i giusti provvedimenti contro i presunti colpevoli. Per la politica ha parlato invece il ministro della Giustizia Paola Severino, che ha detto che “Il fenomeno delle scommesse nel calcio va stroncato con tutta la decisione possibile, perché incide sulla nostra società in maniera negativa”.

Simone Lo Iacono

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram