I giovani di Fli a Fini: Lascia il Palazzo e torna in piazza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:11

E’ un appello forte quello recapitato nei giorni scorsi al presidente della Camera, Gianfranco Fini. A firmarlo sono stati i militanti di Generazione Futuro (il pensatoio giovanile di Fli), che hanno chiesto al loro leader di abbandonare il Palazzo per tornare nelle piazze. Una richiesta che ha fatto il paio con la necessità di innovare investendo sui tanti giovani appassionati e competenti.

Fini tra la gente – “Magari questa affermazione mi procurerà qualche noia, ma non è tempo di tatticismi o di opportunismi”: è stata questa la premessa da cui Gianmario Mariniello, leader di Generazione Futuro, è voluto partire per inoltrare il suo messaggio a Gianfranco Fini. “Oggi deve giungere una richiesta chiara e forte al nostro leader – ha spiegato – stai con noi, in mezzo alla tua gente, nelle piazze d’Italia che vogliono sentire la tua voce, stringere le tue mani, guardarti negli occhi”.

Spazio ai giovani – “Noi stiamo e staremo con Fini – ha assicurato Mariniello – ma Fini deve stare con noi. Fuori dal Palazzo“. Un appello accorato, lanciato all’indomani delle elezioni amministrative che hanno certificato il fallimento del “cantiere” terzopolista. “Bisogna offrire agli italiani un’alternativa di centrodestra oltre Beppe Grillo e la foto di Vasto – ha spiegato il giovane finiano – Servono facce nuove, idee nuove e cuori nuovi”. “O i nostri leader capiscono di dover dare spazio ai giovani, favorendo il ricambio generazionale – ha concluso Mariniello – oppure verranno travolti. Se non lo hanno capito, glielo ricorderemo noi”.

Maria Saporito