Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Terremoto, Catricalà riferisce in Aula: Domani provvedimento d’urgenza

Terremoto, Catricalà riferisce in Aula: Domani provvedimento d’urgenza

15 morti accertati – Un minuto di silenzio è stato osservato sia alla Camera che al Senato, prima che il sottosegretario Catricalà riferisse in Aula su quanto è accaduto e sta accadendo nel nord Italia, colpita in queste ore da uno sciame sismico.
Secondo i dati in possesso del sottosegretario: “I nuovi sfollati sono circa 8.000, per un ammontare complessivo di 14.000″, 6.000 dei quali relativi alle scosse del fine settimana scorsa”, mentre il bilancio dei morti è arrivato a 15. I dispersi sarebbero invece 12 mentre il numero dei feriti è arrivato a 2000.
Delle 15 vittime finora accertate, due di loro sono decedute per cause esterne non derivate dai crolli”.
Tre sono le vittime registrate a Mirandola, tre a San Felice sul Panaro, una a Concordia, una a Finale Emilia, una a Cento, una a Novi di Modena, una a Medolla e quattro a Cavezzo. I sette dispersi sono cosi’ divisi: uno a Mirandola, e tre a Medolla e Cavezza”.

Provvedimento d’urgenza – Il sottosegretario Catricalà ha anche annunciato un Consiglio dei Ministri straordinario che si terrà domani. L’obiettivo è un provvedimento d’urgenza per soccorrere gli sfollati e mettere al sicuro le zone a rischio crolli, inoltre, ha ricordato Catricalà, ”il Governo è impegnato a sostenere la popolazione colpita sia nella fase di emergenza che nella ripresa delle attività economiche”.

Matteo Oliviero