Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Libertà vigilata su cauzione per i due marò

CONDIVIDI

Libertà vigilata – I due marò Massimiliano Latorre e salvatore Girone potranno uscire dal carcere su cauzione. La corte del Kerala ha rinunciato all’applicazione delle accuse richiamate nel Sua Act, la convenzione contro il terrorismo marittimo, firmata a Roma nel 1988. Dopo il passaggio del caso alla giurisdizione indiana, oggi un alto giudice dell’Alta Corte ha affermato che sarebbe opportuno permettere ai due marò le condizioni di libertà vigilata sotto versamento di 100 mila rupie a testa (1.500 euro).

Ancora niente di definitivo – Staffan De Mistura, sottosegretario degli Esteri, afferma però che niente è ancora definitivo: «Non faccio alcun commento sugli ultimi eventi perchè dobbiamo aspettare che la carta parli – ha spiegato intervenendo su Radio2 a Un Giorno da Pecora – Non confermo nulla fino a quando non abbiamo visto per iscritto. Abbiamo avuto troppe sorprese, troppe delusioni, soprattutto le famiglie. Quindi stiamo aspettando i dettagli della decisione dei giudici, una volta che questa è stata messa per iscritto e noi l’abbiamo letta, le autorità italiane faranno i loro commenti, ma soprattutto le famiglie sapranno dove stanno».

Michela Santini