Terremoto: vergognosi tentativi di sciacallaggio

Ladri in azione a Treviso – A seguito della fortissima scossa di ieri mattina, avvertita in tutto il nord Italia, sono stati registrati dei vergognosi quanto squallidi tentativi di sciacallaggio da parte di ladri, soprattutto nella zona di Treviso. Poco dopo il terremoto delle 9 infatti, gli sciacalli hanno iniziato a fare telefonate negli appartamenti di persone anziane, spacciandosi per uomini della Protezione civile.

Hanno consigliato di abbandonare le case – Annunciando che gli appartamenti erano stati lesionati dalla forte scossa, consigliavano fortemente le vittime di lasciare le abitazioni per non rischiare di rimanere sotto le macerie in caso di nuovi sismi, avvisandoli di non rientrare finché non fosse stato loro consentito dopo aver effettuato i controlli sulla stabilità degli edifici.

Le chiamate alla Provincia – Numerosissime sono state le chiamate effettuate dai cittadini al centralino della Provincia per segnalare quanto stava accadendo. Gli addetto hanno risposto precisando che non è una prassi della Protezione civile quella di effettuare chiamate per chiedere di sgomberare gli appartamenti e soprattutto che non c’era nessuna emergenza in atto. Ora tutta la città è controllata a vista dai carabinieri, autorizzati a intervenire in caso di episodi sospetti, mentre l’appello alle persone anziane è di diffidare di sedicenti volontari che chiedono di uscire in strada.

Marta Lock