Terremoto in Emilia Romagna: nuova forte scossa in provincia di Modena

Magnitudo 4.0 – E’ stata avvertita intorno alle 16 e 58 tra le provincie di Modena, Reggio Emilia e Mantova, con epicentro a Rolo, con magnitudo 4.0 della scala Richter e chiaramente avvertita anche nei dintorni. Preoccupazione per il centro storico di Modena, anche se al momento non sembrerebbero esserci stati ulteriori crolli. La scossa si sarebbe verificata a poco meno di 6 chilometri di profondità.

Il ministro dell’Istruzione – Il ministro Francesco Profumo ha dichiarato che l’anno scolastico per gli studenti dei comuni colpiti, sarà considerato valido anche se gli istituti non hanno potuto rispettare il limite minimo di lezioni fissato a 200 giorni. Il ministro si è impegnato entro la giornata di oggi, di comunicare le procedure per gli esami di terza media, previsti nel resto del paese per il 16 di giugno e di quelli di maturità, con inizio il 20 dello stesso mese.

Gli psicologi – Profumo aggiunge che è stato disposto l’invio di una squadra di psicologi a sostegno dei ragazzi sia durante il periodo di chiusura obbligata dovuta all’inagibilità di molti edifici scolastici, sia durante l’estate, per aiutarli a combattere la paura di nuovi crolli e a superare lo shock di quanto hanno sotto i loro occhi. E la terra continua a tremare, raggiungendo la cifra di più di 80 scosse dalla mezzanotte di ieri, più di 300 negli ultimi due giorni.

Marta Lock