Basket, playoff Nba: Thunder ok, serie pari

Basket, playoff Nba – Alla “Chesapeake Energy Arena” non si passa: Oklahoma City vince gara-4 contro gli Spurs e porta sul 2-2 la serie della Finale di Western Conference. Adesso si torna in Texas per una gara-5 più importante che mai: riuscirà San Antonio a mantenere il vantaggio del fattore campo o i Thunder espugneranno la casa degli “Speroni” conquistando il diritto di giocarsi il match point in casa? Le prospettive, insomma, parlano di uno spettacolo ad alta tensione.

La partita – Oklahoma City Thunder – San Antonio Spurs 109-103 (Finale Western Conference, 2-2): Oklahoma City c’è, giochi più che mai riaperti. Gara-4 inizia con gli Spurs avanti anche di 7 punti nel primo quarto, ma OKC, grazie anche ad uno splendido Perkins, rimonta sino al +2 della prima sirena e poi dilaga fino al +14 dell’intervallo. Al rientro la franchigia guidata da coach Popovich prova a rimettersi in corsa, accorciando le distanze, ma Durant, nell’ultimo quarto, firma 16 punti consecutivi e trascina i suoi alla vittoria. Per KD ci sono 36 punti totali con 8 assist e 6 rimbalzi. Chi gli fa da cornice? Pensi ad Harden e Westbrook, ma i due combinano un non entusiasmante 6/23 al tiro per 17 punti totali. E allora spunta un Ibaka da spellarsi le mani: 26 punti, con 11/11 dal campo e 4/4 dalla linea dei liberi, mentre Perkins aggiunge 15 punti (tutti nella prima metà di gioco). San Antonio manda 6 uomini in doppia cifra, ma non tutti con percentuali positive: il migliore è Duncan (21 punti e 8 rimbalzi), bene Leonard (17+9), benino Ginobili (13 punti “off the bench” con 2/3 dall’arco ma ben 6 palle perse), rivedibile Parker (12 punti prendendosi 15 tiri).

Edoardo Cozza