Pd contro la riforma della scuola: “Strada sbagliata”

La riforma della scuola presentata dal ministro Profumo non piace al PdGiuseppe Fioroni, deputato del Pd ed ex ministro dell’Istruzione durante il secondo governo Prodi è intervenuto in merito al progetto presentato dal governo: Nei periodi di crisi non serve la politica degli annunci e degli specchietti, ma fare le cose giuste al momento giusto. È del tutto evidente che interventi esclusivamente mirati a incentivare la competizione e garantire l’eccellenza per pochi dia un’idea sbagliata e diversa dalla Scuola della Costituzione. Questa prevede una comunità educante che recupera chi resta indietro e contemporaneamente stimola i migliori. Questa insistenza nell’ipotizzare un modello competitivo, senza nulla per le emergenze e i bisogni di tutti, dà l’idea di perseguire un disegno che vede una scuola di qualità per pochi e un nuovo avviamento professionale per i tanti.

Alle critiche si unisce anche Francesca Puglisi responsabile scuola del Pd: “In un momento di vera emergenza nazionale chiediamo a questo Governo di fare ciò che fanno le famiglie per bene: guardano a quanti soldi hanno in tasca per darsi delle priorità, a partire dai bisogni dei più piccoli e dei più deboli”. Il provvedimento del ministro Profumo mira ad una scuola della competitività e dell’eccellenza, ci sarà lo “studente dell’anno”, i migliori discenti tenendo conto dell’impegno e del reddito familiare, parole che stonano con la necessità di un intervento che garantisca qualità per tutti.

Irene Fini