Diamond Jubilee: Londra festeggia la sua regina (Fotogallery)

Diamond Jubilee, Londra – Ne è passata di acqua sotto i ponti del Tamigi da quando, nel 1952, Elisabetta II si sedette sul trono inglese. Da allora ebbe inizio uno dei regni più lunghi di sempre in Inghilterra: solo la regina Vittoria, prima dell’attuale sovrano, riuscì a festeggiare il proprio Giubileo di Diamante, 60 anni di regno. Ed allora ecco che Londra si veste per l’occasione, con Union Jack in ogni angolo della città, campane a festa e milioni di turisti venuti da ogni parte dell’Inghilterra e non, per rendere omaggio alla regina e godersi il clima festaiolo: almeno per i quattro giorni dei festeggiamenti, Londra è l’ombelico del mondo.

Clima inglese – Anche il clima si adegua alle circostanze e repentinamente passa da un sole (quasi) estivo, ad un grigiore autunnale, tipico di queste latitudini. Una pioggerellina sottile ma intensa bagna i curiosi che si accalcano sul “The Mall” addobbato per le grandi occasioni, o sulle sponde del “River Thames” dove la domenica avrà luogo la parata regale con mille imbarcazioni presenti. Giunti a Trafalgar Square e puntando verso Buckingham, si nota un certo movimento, fervono i preparativi per il concerto del lunedì sera: in lontananza si intravvede il gigantesco palco del Giubileo, mentre su tutto il Mall un andirivieni di uomini e camion che si affrettano a sistemare gli ultimi dettagli prima del grande evento. Domenica invece, sotto una pioggia incessantemente sottile, ci avviciniamo lungo le rive del Tamigi.

Scorci di una celebrazione – I viali che consentono l’accesso alle sponde del grande fiume brulicano di persone. Anziani, adulti e bambini: tutti presenti, ciascuno con la propria bandierina o la bombetta con i colori tipici dell’Inghilterra. L’accesso alle rive però è ben bloccato dalle forze di polizia che ne hanno chiuso l’ingresso dopo aver raggiunto il numero massimo di persone consentito. Riusciamo soltanto ad oltrepassare il London Bridge a piedi, ma ciò che si riesce a scorgere sono solo frammenti di una festa in fieri. Il Tower Bridge svetta maestoso sullo sfondo del cielo plumbeo di Londra, e mentre gli organizzatori continuano a malapena a controllare la massa di visitatori sulle strade delle celebrazioni, lo sguardo volge verso una gigantografia in bianco e nero che ritrae la regina qualche anno addietro e verso lo striscione dell’Hotel Ritz che saluta Sua Maestà.

R. A.