Terremoto Emilia: ansia e paura, la terra continua a tremare

Terremoto Emilia: ansia e paura, la terra continua a tremare. Non è bastata la forte scossa di ieri sera, magnitudo 5.1, a far ripiombare gli sfollati emiliani nella paura più sconfinata. La terra sembra non voler smettere di tremare e stamattina ha continuato a farsi sentire. Nuove scosse, a partire dalle ore 7.26, si sono susseguite raggiungendo magnitudo 3.9. La situazione è davvero disarmante: la gente è terrorizzata, sa di non poter rientrare nelle proprie case, il pericolo è troppo alto. Gli sfollati invece si stringono nella desolazione dei container: molti di loro la casa l’hanno già persa.

Sciame sismico. Ad essere interessate sono ancora le zone in provincia di Modena e Mantova. Stamane la scossa di magnitudo 3.9, avvertita intorno alle ore 8.55, era solo una delle tante che hanno fatto tremare il suolo. Questa volta l’epicentro è stato localizzato nelle localita’ prossime a Novi di Modena, Concordia e San Possidonio e Moglia nel mantovano. Lo sciame sismico è iniziato a partire dalla notte con la forte scossa di magnitudo 5.1 che ha distrutto la torre di Novi di Modena e altri campanili pericolanti. Come se non bastasse il maltempo sta rendendo ancora più complicate le operazioni di accoglienza degli sfollati da parte della Protezione Civile. Infatti nelle tendopoli si montano altri letti, per ospitare altri sfollati che finora hanno dormito in tende private montate davanti casa o nei parchi.

Cristina Mania