Basket, playoff Nba: Boston espugna Miami, ora è 3-2 Celtics

Basket, playoff Nba – L’orgoglio Celtics è smisurato, l’orgoglio Celtics vale una vittoria che potrebbe essere decisiva più che mai: Boston si prende gara-5 in quel di Miami, vola a condurre 3-2 nella Finale di Eastern Conference ed avrà un match ball in casa per raggiungere le Finals. Gli Heat sono attoniti, alla sirena finale è una macchia verde a festeggiare sul parquet dell'”American Airlines Arena”, mentre il pubblico è scosso e zittito dalla pesante sconfitta. L’anello, anche quest’anno, sembra essere lontano dalla Florida, a meno di grandi imprese di LeBron e soci.

La partita – Miami Heat – Boston Celtics 90-94 (Finale Eastern Conference, 2-3): Boston ribalta tutto. Il risultato nella serie, i pronostici, le tabelle: tutto andato dinanzi alla prova orgogliosa, convincente della franchigia verde. Eppure gli Heat erano partiti fortissimo, arrivando a +13 dopo 2′ del secondo quarto. Ma era proprio qui che scattava la scintilla per i Celtics: 22-11 di parziale e -2 alla sirena di metà di gara. Miami prova a scappare ancora, ma è Boston a prendere le distanze facendo segnare il +5 a fine terzo periodo. I padroni di casa rimontano, arrivano a + 6 ma una bomba di Pietrus rimette tutto in discussione. Sul +1 Celtics a 58” dalla fine c’è il canestro che vale una partita e, forse, una serie: Pierce mette una tripla in faccia al “Prescelto” che sa di sentenza di Cassazione: giochi chiusi, grazie anche alla freddezza di Allen e Garnett dalla linea dei liberi. KG è l’uomo della serata: 26 punti, 11 rimbalzi e sguardo infuocato; con lui bene Pierce (19 punti), Allen (13 punti e 7 rimbalzi), mentre Rondo tira male (7 punti) ma smista bene (13 assist), e Bass e Pietrus mettono insieme 23 punti. Miami ritrova Bosh (9 punti e 7 rimbalzi in una manciata di minuti) ma in doppia cifra vanno solo LeBron (30 punti e  13 rimbalzi) e Wade (27+6). E ora il match point bostoniano al “TD Garden”. Chi se lo aspettava alzi la mano.

Edoardo Cozza