Zelig: “L’Arrivederci…” di Claudio Bisio

 

 

 

Zelig-  Il 5 Maggio 1997, andava in onda in seconda serata su Italia 1 “Facciamo Cabaret” e quello era il progenitore di Zelig. Bisio ricorda solo che quest’anno, all’inizio dell’edizione 2012, hanno festeggiato la 100° puntata in prima serata. Lui fa l’attore da circa trent’anni, quindi Zelig è, in termini numerici, metà della sua vita professionale mentre in termini artistici è molto di più.

Prendere una pausa- Dopo tutti questi anni avverte il bisogno di prendere una pausa, rilassarsi, studiare e sperimentare e concentrarsi, magari, un po’  più sul cinema. Gli manca molto il teatro,  luogo in cui  è  nato artisticamente e che, negli ultimi anni, ha frequentato poco. Vorrebbe tornare a fare il comico, come ha fatto, per anni nel locale milanese Zelig da cui è nato tutto e  portare il cabaret in televisione. Claudio ne ha parlato a lungo con Gino, Michele e Giancarlo  e pensa che abbiano capito e condiviso questa sua esigenza. Anche  Zelig,  dovrebbe essere  rinnovato  in tempi in cui nessuno molla la “propria poltrona” e questo gli sembra  un bel segnale.

Grazie a tutti e soprattutto a  Paola Cortellesi – L’elenco delle persone che da ringraziare è lungo  e  Claudio lo farò in privato. Vuole ricordare tutti, i comici, in testa  che sono la ‘linfa vitale’ del programma. Prendendo lo spunto dal personaggio-camaleonte inventato da Woody Allen,  Bisio ha imparato  a trasformarmi di volta in volta in carnefice, vittima, complice e a divertirsi infinitamente. Un grazie particolare al pubblico sempre fantastico  e partecipe e  a tutte le  colleghe che lo hanno accompagnato in questo lungo  viaggio,  alle volte troppo maschile. Pensa soprattutto a Paola Cortellesi comica eccezionale  che si è messa in gioco, di compagni di viaggio più giovani e magari più inesperti e di fare, con Bisio,  la  ‘spalla’ a questi nuovi arrivati.

Maria Luisa  L. Fortuna