Maroni vs Confindustria: I loro convegni? Sono solo salotti snob

A rompere il silenzio che da giorni sembra avvolgere il Carroccio “azzoppato” dagli scandali, è stato il triumviro Roberto Maroni. L’ex ministro dell’Interno ha commentato ieri (in maniera caustica) il mancato invito, da parte dei giovani imprenditori di Confindustria, al convegno di Santa Margherita Ligure. “Sono tornati a considerarci un pericoloso nemico“, ha scritto su facebook il leghista, che ha aggiunto: “Buon segno, noi torniamo tra la gente“. 

Porte chiuse alla Lega – “Al tradizionale convegno di Santa Margherita Ligure i giovani industriali hanno riaperto le porte alla politica, ma hanno invitato solo membri del governo e dei partiti che sostengono il governo”. Parte da qui la polemica osservazione postata ieri dal leader del Carroccio in pectore, Roberto Maroni, sulla sua bacheca facebook per denunciare il presunto “snobismo” politico dei giovani industriali.

Lontano dai salotti snob – “Nessuno dell’opposizione, nessuno della Lega è stato invitato – ha insistito Maroni – proprio come succedeva alle origini, quando la Lega era considerata solo un pericoloso nemico degli intrallazzi romani. Bene, buon segno – ha aggiunto l’ex ministro sul social network torniamo tra la gente, lontano da quei salotti snob dove c’è troppa gente che se la canta e se la suona”. “Celodurismo” nostalgico da riabilitare o semplice sindrome da “La volpe e l’uva”?

Maria Saporito

Articolo precedenteGiroGiroBimbo: una scuola per mamma e papà
Articolo successivoProgrammi tv stasera, 9 giugno
Siciliana di origine, romana d'azione, scrivo da anni occupandomi principalmente di politica e cronaca. Ho svolto attività di ufficio stampa per alcune compagnie teatrali e mi muovo con curiosità nel mondo della comunicazione. Insegnante precaria, sto frequentando un corso per insegnare italiano agli stranieri.