Euro 2012, Busquets risponde a Mou: “Non capisco le critiche”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:45

Euro 2012, Spagna – La non perfetta prova della Spagna contro l’Italia ha subito sollevato le polemiche della stampa iberica, che non ha lesinato critiche alle scelte di Del Bosque. Interpellato brevemente sulla questione, Josè Mourinho ha dato la sua chiave di lettura: “L’errore della Spagna è stato di lasciare troppa libertà a Pirlo, che quando gioca ‘comodo’ crea sempre problemi alla squadra avversaria. Ho visto un grande sforzo da parte dei centrocampisti spagnoli, ma senza un attaccante di ruolo lì davanti il gioco è risultato sterile. Il continuo ‘toque’ tra Xavi, Iniesta e Fabregas risulta inutile se non crea pericoli a Buffon“. Ci ha pensato però Busquets, in perfetto stile clasico fra Barcellona e Real Madrid, a rispondere per le rime allo Special One.

Stile – Il centrocampista blaugrana, con le parole riportate da La Gazzetta dello Sport, ha rispedito le critiche al mittente, sottolineando come a ben vedere negli ultimi anni gli uomini di Del Bosque abbiano vinto tutto: “Non comprendo queste critiche: il nostro gioco è basato sul tocco e sui pasaggi tra giocatori, giochiamo così da quattro anni. Quando non vinci una partita vengono sollevati dei dubbi, è successo anche al Mondiale. Noi abbiamo le idee chiare e tutti comprendiamo senza problemi le direttive del c.t.“. Il mediano parla poi del match con l’Irlanda: “Non cambieremo il nostro stile. Se giocheranno a richiudersi, la chiave sarà la pazienza, ma non sappiamo se giocheranno in quel modo. Bisogna far girare velocemente la palla e tenerla il più possibile, per evitare che loro possano creare pericoli. Segnare un gol velocemente ci darebbe tranquillità e loro sarebbero costretti ad aprirsi di più“.

Alberto Ducci

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!