Euro 2012, Cassano tra Balotelli e ‘froci’ in Nazionale

Canonica conferenza stampa a ‘Casa Azzurri’, con il fuoriclasse del Milan Antonio Cassano messo ‘sotto torchio’ dai giornalisti. “Pensavo di non fare l’Europeo, ho pensato tante volte che non lo avrei fatto. Invece, ora che sono qui, voglio fare l’Europeo da protagonista. Ecco perché prima della Spagna era molto emozionato”, ha dichiarto il campione di Bari Vecchia, soffermatosi poi sul proprio rapporto con SuperMario Balotelli, al centro delle critiche per il marchiano errore contro gli iberici: “Cosa ho pensato quando Balotelli ha avuto quell’occasione? Che me la dava, ho pensato ora me la passa… E invece poi ha recuperato Sergio Ramos. A fine partita mi ha detto: ‘Antonio volevo passarti la palla’. E io: ‘Mario con la stecca che hai dovevi tirare, ora come glielo spieghi ai giornalisti’. Con lui comunque ho un ottimo rapporto fuori e dentro al campo”. Quindi, una battuta sulle prospettive della Nazionale durante questo Euro 2012: “L’Italia perché è l’Italia parte sempre come protagonista di ogni evento, competizione. Dopo la Russia ci sono state critiche eccessive, davvero un attacco troppo forte”.

E, per finire, la battuta che più polemiche è destinata a scatenare, in replica all’affermazione del conduttore TV Alessandro Cecchi Paone circa la presenza di tre giocatori omosessuali in Nazionale: “Se è vero sono affari loro. Mi auguro, però, che non ci siano in Nazionale. In ogni caso, se son ‘froci’ problemi loro”.

Il fantasista ex Sampdoria – fenomenale con il pallone tra i piedi – dimostra così, oltre di essere una persona estremamente schietta, di mancare quantomeno di diplomazia, per usare un eufemismo.

Attendiamo adesso le reazioni dell’omertoso gioco del pallone.