Euro 2012, probabili formazioni Polonia-Russia: Lewandowski sfida l’armata russa

Probabili formazioni Polonia-Russia – La Polonia non può più sbagliare. Dopo il deludente pareggio nella gara d’esordio con la Grecia, la squadra allenata da Smuda ha l’obbligo di centrare il primo successo di questo Europeo. La Russia vista all’opera venerdì sera, però, è formazione di spessore, come ha dimostrato il 4-1 rifilato alla malcapitata Repubblica Ceca. Smuda spera nella spinta del pubblico di Varsavia per sovvertire un pronostico che vede i polacchi sfavoriti: “All’esordio la pressione era veramente altissima, ci sentivamo obbligati a vincere. Certo, anche ora c’è un pò di tensione: giocheremo un buon match a ritmo alto, abbiamo il fiato per farlo“. Clima più sereno per i ragazzi di Advocaat: “Dobbiamo dimenticare la gara con la Repubblica Ceca e fare risultato – le parole del c.t. -. I miei giocatori sono troppo esperti per non capirlo. Abbiamo ancora due partite avanti nel girone e vogliamo chiudere a 9 punti“. Fischio d’inizio alle ore 20.45, arbitro Stark (Ger). Diretta tv su Rai Uno.

Polonia – Poche novità in casa polacca. Tra i pali non ci sarà Szczesny, espulso nella gara d’esordio contro la Grecia: al suo posto spazio a Tyton, eroe nazionale dopo il rigore parato a Karagounis. Dietro, sull’out mancino, spazio a Wawrzyniak al posto di Boenisch. Per il resto, tutto confermato: Lewandowski sarà l’unica punta, con Blaszczykowski, Obraniak e Rybus a sostegno. Questa la probabile formazione (4-4-1-1): 22 Tyton; 20 Piszczek, 15 Perquis, 13 Wasilewski, 14 Wawrzyniak; 16 Blaszczykowski, 11 Murawski, 7 Polanski, 8 Rybus; 10 Obraniak; 9 Lewandowski. A disposizione: 12 Sandomiersky, 2 Boenisch, 3 Wojtkowiak, 4 Kaminski, 5 Dudka, 6 Matuszczyk, 18 Mierzejewski, 19 Wolski, 17 Sobiech, 21 Grosicki, 23 Brozek. C.t. Smuda.

Russia – Advocaat ha apprezzato la partita di venerdì sera ed è intenzionato a confermare in blocco la formazione che ha schiantato la Repubblica Ceca. Salvo sorprese, quindi, vedremo in campo gli stessi undici con lo stesso modulo di partenza: toccherà a Dzagoev, Arshavin e Kerzhakov sfondare il muro polacco. Questa la probabile formazione (4-3-1-2): 16 Malafeev; 2 Anyukov, 12 A. Berezutski, 4 Ignashevich, 5 Zhirkov; 6 Shirokov, 7 Denisov, 8 Zyryanov; 17 Dzagoev; 10 Arshavin, 11 Kerzhakov. A disposizione: 13 Shunin, 1 Akinfeev, 3 Sharonov, 15 Kombarov, 19 Granat, 21 Nababkin, 9 Izmailov, 18 Kokorin, 22 Glushakov, 23 Semshov, 14 Pavlyuchenko, 20 Pogrebnyak. C.t. Advocaat.

Pier Francesco Caracciolo