Terremoto in Emilia Romagna: la Ferrari regala modellini di auto ai bimbi

Duemila giocattoli – Sono stati duemila i pezzi regalati dalla casa automobilistica di Maranello ai bambini sfollati: giocattoli, modellini di auto e minimacchine, per aiutare i bimbi a superare il dramma psicologico causato dal sisma, e per non far perdere loro la voglia di giocare, nonostante non abbiano più una casa, nonostante vivano in una tenda, nonostante il terreno continui incessantemente e inesorabilmente a tremare.

Il Centro coordinamento soccorsi – Il Ccs provvederà a distribuire i giocattoli nelle varie strutture, tra tendopoli, alberghi e strutture nelle quali vi sia la presenza di bambini. Lo stesso ente sta provvedendo anche alla distribuzione delle numerose provviste alimentari messe a disposizione degli sfollati dalle grandi aziende produttrici, sia locali che nazionali.

Tutti in soccorso della popolazione – Grazie alla generosità e alle offerte di queste grandi imprese, e alle numerose iniziative dei privati cittadini di tutto il paese, sono stati garantiti finora rifornimenti sufficienti per tutti i campi e le strutture di accoglienza. Forniture di acqua minerale sono arrivate da aziende come Vera Nestlé, Sant’Anna, Balda, Monte Cimone, Monte Rosa, Iceland e S.Andrea, mentre riso e pasta sono arrivati da Invernizzi, Principe, Barilla, Combino e Ghigi. Forniture di pelati dalla Mutti, e poi tantissimi altri generi alimentari da Berni, Mulino bianco, Yoga, Bonduelle, insomma, una corsa alla solidarietà che davvero commuove.

Marta Lock