Maxi sequestro di giocattoli pericolosi per la salute

Giocattoli dalla Cina – Sarebbero quattro milioni i giocattoli sequestrati dalla Guardia di Finanza di Padova nell’ambito di una maxi operazione, denominata “True Toys” che ha smantellato un traffico di prodotti di provenienza cinese che venivano importati e fatti entrare nel nostro paese accompagnati da false certificazioni di idoneità. Gli articoli sequestrati erano prettamente destinati alla vendita ambulante nelle spiagge.

Arrestato l’importatore – L’imprenditore cinese che aveva organizzato il traffico, che aveva le sedi di stoccaggio e di smercio a Padova, da dove sono partiti i controlli, e le basi prinicipali e organizzative in provincia di Firenze, riusciva a ingannare i controlli apponendo sugli articoli delle false etichette, in apparenza regolari, ma che, a un’osservazione più approfondita, evidenziavano delle anomalie che hanno indotto i finanzieri a disporre il sequestro di un primo lotto di 420.000 pezzi.

Potenzialmente pericolosi – Le certificazioni presentate per garantire la conformità alle normative europee, attestata dal marchio “CE”,  erano parziali e ingannevoli, come anche la documentazione accompagnatoria delle merci. Quindi gli uomini delle Fiamme Gialle hanno disposto il sequestro degli altri 3 milioni e 700mila esemplari, tra cui macchinine ed elicotteri telecomandati, contenuti all’interno dei due depositi di Padova e Firenze, poiché ritenuti non sicuri per la salute dei bambini. Il controvalore al dettaglio avrebbe portato nelle tasche dell’imprenditore arrestato diversi milioni di euro.

Marta Lock