Napolitano: L’irrinunciabile conquista dell’euro va consolidata

Dopo l’incontro col premier Mario Monti a Palazzo Chigi, il presidente francese, Francois Hollande, è salito al Quirinale per un faccia a faccia con Giorgio Napolitano. I due capi di Stato hanno quindi incontrato la stampa, confermando l‘intesa tra i due paesi e rimarcando il comune impegno a rendere più solida la casa europea.

Vedute comuni – “Oggi è decisivo che in un momento cruciale della sua storia l’Europa possa contare sulla comunanza di vedute e sull’impegno solidale dell’Italia e della Francia“. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, a conclusione dell’incontro avuto al Quirinale col suo omonimo d’oltralpe. Francois HollandeNazionalismi sono nuovamente in agguato in questi tempi di crisi – ha avvertito il capo dello Stato – Francia e Italia sapranno muoversi insieme”.

No a fatali esitazioni – “Nel corso dell’incontro col presidente francese – ha riferito Napolitano – si è messa a fuoco la necessità di far scaturire dal Consiglio europeo di fine mese la più ferma e concreta determinazione di consolidare l’irrinunciabile conquista dell’euro. Il Consiglio europeo dovrà aprire senza fatali esitazioni e indugi nuove prospettive di rilancio della crescita economica e della giustizia sociale, in stretto legame – ha precisato l’inquilino del Colle – con la condivisione di disciplina di bilancio e di avvio dell’unione fiscale sulla base dell’accordo a 25 recentemente sottoscritto”.

Maria Saporito