Green Hill: oggi in 10.000 per il corteo a Roma

La Commissione non decide e le manifestazioni contro Green Hill e contro la vivisezione continuano. Oggi 16 giugno alle 15 in Piazza della Repubblica sono attese 10.000 persone, che sfileranno in un corteo di protesta contro l’allevamento di cani beagle di Montichiari ed il loro utilizzo nei laboratori a fini medici. Green Hill infatti alleva cuccioli per poi venderli a strutture che fanno ricerca  utilizzando animali. Un’attività del tutto legale che però potrebbe essere messa fuori legge da una decisione della Commissione XIV, più volte rimandata. Se quest’ultima approvasse la Direttiva europea, così come modificata dagli emendamenti proposti e passati alla Camera, Green Hill sarebbe costretto a chiudere.

Decine i bus attesi nella Capitale. La mega-manifestaizione, organizzata dalla sezione laziale di Occupy Green Hill, che ha mutuato il nome dal movimento Occupy Wall Street. Quest’ultimo si scaglia più in generale contro il mondo della grande finanza; la versione animalista ne  riprende il concetto di scontro con le grandi multinazionali (in questo caso operanti nel settore medico). La Commissione del Senato (che però ha posto il problema di potenziali sanzioni Ue) potrebbe vietare l’allevamento di cani, gatti e primati sul territorio italiano, ma la decisione fino ad oggi è semprea  stata posticipata. Ogni volta che la Commissione è sembrata essere in odore di decisione, gli animalisti hanno organizzato una manifestazione. Il giorno prima o addirittura il giorno stesso. La protesta per due volte ha sconfinato in decine di città in tutto il mondo.

Ad aumentare enormemente l’eco mondiale inoltre, fu l’impresa “eroica” di alcuni attivisti, che il 28 aprile scorso s’introdussero a volto scoperto ed in pieno giorno all’interno dell’allevamento, liberando una trentina di cuccioli,  subito “spariti e portati al sicuro”. Un atto coraggioso e fuorilegge, che causò l’arresto di alcuni dei liberatori, ora in attesa di processo. La bomba però, ormai era scoppiata. Una bomba che riguarda il diritto alla vita che, affermano gli animalisti, “non è solo un privilegio di alcuni, bensì di tutti gli esseri viventi“.

A.S.