Matt LeBlanc parla di Friends e spera non venga mai realizzata una reunion televisiva

Ricordi di un periodo indimenticabile – L’attore Matt LeBlanc, attualmente protagonista sugli schermi statunitensi con la seconda stagione del serial Episodes, è stato recentemente intervistato da Entertainment Weekly e ha colto l’occasione per riflettere sul passato e ritornare a parlare del grande successo di Friends.
L’interprete di Joey ha infatti spiegato qual’è stato, secondo lui, il motivo del successo della serie culto amata da milioni di persone in tutto il mondo: “Raccontava uno specifico periodo di tempo, prima del matrimonio e dell’inizio di una nuova vita con una famiglia. Era un periodo magico in cui chiunque può rispecchiarsi“. Matt ha però poi aggiunto i suoi pensieri su una possibile reunion di Friends: “Non voglio vedere un vecchio Joey. Non voglio vedere Chandler e Monica con i loro bambini ormai cresciuti. Preferisco immaginarlo“. Meglio quindi, secondo l’attore, lasciare che i fans immaginino i loro beniamini come preferiscono, senza creare insoddisfazione mostrandone versioni diverse.

Insuccesso prevedibile – Matt LeBlanc, la cui interpretazione in Episodes ha convinto persino i critici più scettici, ha rivissuto anche l’insuccesso di Joey: “Avevo moltissima fede negli sceneggiatori e ce l’ho ancora. Penso semplicemente che siamo andati nella direzione sbagliata“. Tra i difetti dello spin-off di Friends quello di non aver mostrato un Joey più sicuro e aperto al cambiamento, piuttosto che l’indeciso attore presentato negli episodi. Nonostante il fallimento del progetto, Matt lo ricorda come un’esperienza positiva che probabilmente avrebbe avuto successo se avesse preceduto la messa in onda di Friends: “Non importava chi scriveva lo show o cosa trattava. Era destinata a fallire perché mancavano cinque persone“.

Beatrice Pagan