Sampdoria, Pasquale Foggia ricattato per delle foto con una pornostar


Sampdoria, Foggia – Pasquale Foggia, esterno della Sampdoria in prestito dalla Lazio, è coinvolto in un’inchiesta giudiziaria, che lo vede nei panni della vittima. L’ipotesi di reato configurata dalla Procura di Roma ai danni del calciatore è di estorsione. L’indagato è Massimo Caroletti, produttore tv e manager cinematografico, compagno dell’ex pornostar Eva Henger. Tutto ha inizio il 20 marzo 2009, nel ritiro della Lazio. Nello stesso albergo, per caso, si trova la pornostar Lucia Rizzo, in arte Rachele, che non esita ad avvicinarsi a Rocchi, De Silvestri e Foggia appunto per farsi scattare due foto. Sembra il classico copione di chi ama farsi fotografare con dei personaggi importanti. Ma non è così.

La trappola – Con la pornostar c’è anche il suo manager Federico De Vincenzo e sarebbe stato proprio lui, secondo il racconto della donna, ad avvicinare Caroletti (vicino agli ambienti della Lazio) rivelandogli degli scatti. Nelle foto, Rocchi appariva solo marginalmente, mentre De Silvestri era single. L’unico a sentirsi “minacciato” dalla pubblicazione di quelle immagini è proprio Foggia, che ha paura che le foto (tutt’altro che scabrose) finiscano nelle mani della moglie. Il calciatore si vide dunque costretto a pagare 50 mila euro a Caroletti versandoli sul conto del produttore. Lo stesso Foggia giustifica così quel versamento: “Erano un contributo a una fiction” intitolata “Roma Nuda” con protagonista Eva Henger. Le dichiarazioni di Foggia non sono bastate a Rosalia Affinito, il magistrato che sta indagando e vuole vederci chiaro.

Miro Santoro