Basket, Finali Nba: Miami vince gara-3 e passa in vantaggio

Basket, Finali Nba – Una partita zeppa di errori che, alla fine, vince Miami: ora gli Heat sono 2-1 nella serie e hanno altre due gare consecutive da giocare alla “American Airlines Arena”. Stavolta è Durant a deludere, e non poco, nel quarto decisivo, mentre i “Big 3” di Miami regalano cifre importanti conducendo al successo la franchigia di coach Spoelstra. Per i Thunder è fondamentale espugnare almeno una volta la casa degli Heat, altrimenti l’anello finirà nelle mani di LeBron e compagnia cantante.

La partita – Miami Heat – Oklahoma City Thunder 91-85 (Finali, 2-1): Miami è in vantaggio, ha il fattore campo dalla sua e altre due partite consecutive in casa per tentare di chiudere ogni discorso. Gara-3 non sarà stata spettacolare come le prime due ma in quanto ad intensità non si resta delusi per nulla. Miami chiude avanti di 6 punti il primo quarto, ma OKC reagisce, tocca addirittura il +3, prima di essere ricacciata indietro di 4 punti: ma a 2” dall’intervallo lungo Westbrook mette la tripla che accorcia le distanze: +1 Miami. Nel terzo periodo, i Thunder volano addirittura sul +9, prima di essere pian piano rimontati (anche a causa di due falli su tiri da 3 di Battier e Jones), fino alla tripla di James che vale il nuovo sorpasso. Nell’ultimo quarto Miami si ritrova sul +7, ma la franchigia di coach Brooks rimonta fino a toccare il -1 a 1’30” dalla fine: il problema è che OKC non segnerà più un canestro, sprecando malamente anche una rimessa laterale quando mancavano 14” alla sirena. Finisce in gloria per Miami, con LeBron James che referta 29 punti e 14 rimbalzi, Wade chiude con 25 punti, 7 rimbalzi e 7 assist, Bosh dà una mano enorme alla difesa (10 punti, 11 rimbalzi). Nelle fila dei Thunder serata da 25 per Durant (ma con soli 2 punti nell’ultimo quarto), 19 punti per Westbrook, 10 punti e 12 rimbalzi per Perkins, mentre Harden mette 9 punti con un 2/10 rivedibile dal campo.

Edoardo Cozza