G20 in Messico: Obama si congratula col popolo greco

Vertice per salvare l’Eurozona – Saranno due giorni di fuoco quelli che aspettano i ‘grandi della terra’, riuniti tutti insieme in Messico per capire quale sarà il futuro per il nostro pianeta. Il primo giorno del G20 a Los Cabos vedrà un vertice ristretto tra Barack Obama e i principali partner europei: al tavolo con il Presidente degli Stati Uniti si siederanno il nostro Premier, Mario Monti, il neo presidente francese, Francois Hollande, il premier spagnolo, Mariano Rajoy, il presidente del Consiglio Ue, Hermann Van Rompuy, il presidente della Commissione Ue, Jose’ Manuel Durao Barroso, oltre che la cancelliera tedesca, Angela Merkel. Tra i temi più caldi della giornata, c’è da annoverare sicuramente la crisi dell’eurozona: ci sarà bisogno di mettere a frutto le competenze di ognuno per creare una strategia comune che si riveli efficiente e che sia efficace per arginare i problemi economici che attanagliano la maggior parte degli stati europei.

Obama si congratula con il popolo greco – In vista del vertice che si terrà nella giornata di oggi e che prevede in agenda, primo tra tutti, il problema della crisi economica dell’eurozona, la vittoria della coalizione pro Euro alle elezioni che si sono tenute nei giorni scorsi in Grecia, rappresenta un dato positivi e fondamentale. La Grecia, affidandosi alla Nea Dimokratia di Antonis Samaras, il partito conservatore greco, che ha ottenuto la maggioranza, e che, con l’alleanza dei socialisti del Pasok di Evangelos Venizelos ha 162 seggi complessivi sui 300 nel parlamento greco, potrà formare un esecutivo pro-salvataggio e favorevole alla permanenza del Paese nell’Euro. Soddisfazione per il risultato greco è stata espressa da parte di tutti i presidenti delle nazioni europee ed anche dal presidente americano Barack Obama: “Ci congratuliamo con il popolo greco per le elezioni svolte in questo momento difficile e speriamo che portino alla veloce formazione del governo affinché possa fare progressi veloci sulle sfide economiche”.

Maria Rosa Tamborrino