Inghilterra: chiede l’eutanasia, il popolo di Twitter con Tony Nicklinson

Eutanasia, Tony Nicklinson – Comunicare senza parole, con il solo movimento delle ciglia, può essere sufficiente per dire al mondo il proprio pensiero e condividere le proprie sofferenze. E’ la storia di Tony Nicklinson, marito e padre di due figlie colpito nel 2005 da un ictus e dalla successiva sindrome locked in che gli paralizza l’intero corpo, dalla testa ai piedi, ad eccezione di ciglia ed occhi. Tony è l’unica persona al mondo nelle sue condizioni ad aver utilizzato le moderne tecnologie quali i social network in generale e Twitter in particolare, per comunicare col popolo della rete. Il tutto è stato possibile grazie ad una moderna apparecchiatura che consente la scrittura di testi unicamente grazie al movimento degli occhi e delle palpebre.

Buongiorno Mondo – “Hello World, I am Tony Nicklinson, I have locked-in syndrome and this is my first ever tweet“, il suo primo tweet pubblicato il 14 giugno, è stato subito un successo in termini di contatti sul social network dei cinguettii con 15 mila followers registrati in pochissimi giorni ed una valanga di messaggi d’affetto e supporto. Da tempo Tony porta avanti la sua battaglia legale affinchè l’Alta Corte inglese gli riconosca il diritto di morire, e proprio oggi si deciderà del suo destino: si discuterà del suo caso e si deciderà se consentire ad un medico di porre fine legalmente alla sua vita.

R. A.