‘Scipione’ infiamma l’Italia: è caldo da bollino rosso

L’anticiclone africano porta il caldo torrido in Italia – L’estate è ufficialmente iniziata, con qualche giorno di anticipo rispetto al calendario. A dirlo sono i meteorologi, visto l’arrivo di Scipione, l’anticiclone proveniente dalle coste dell’Africa, che per dieci giorni interesserà la nostra intera Penisola, facendo schizzare le temperature fino a toccare i 40 gradi. I 35 gradi saranno praticamente una costante nella maggiori città italiane, mentre, già nella giornata di mercoledì, le temperature saliranno ancora di più, toccando picchi di 41 gradi, soprattutto nelle regioni del sud Italia. Da sabato, invece, lieve sollievo dall’afa grazie alle infiltrazioni fresche atlantiche che innescheranno dei temporali, anche violenti, ma veloci, dalle Alpi verso la Valpadana e la Bora sull’ Adriatico e il maestrale in Sardegna, che riporteranno la colonnina di mercurio a 30 gradi, con temperature che si avviano così verso la media stagionale.

L’Italia sarà la nazione più colpita da Scipione – “Sarà proprio la nostra penisola, la nazione d’Europa più colpita dall’afa: farà più caldo in Italia che in Spagna o in Grecia” – queste le previsioni dei meteorologi per i prossimi giorni. Caldo record, dunque, per tutto il nostro Belpaese e scatta l’allerta caldo in molte città dello Stivale. Molti i consigli utili da seguire per passare indenni questi giorni di terribile afa: consultare ogni giorno il Bollettino della propria città; evitare l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde della giornata, ovvero tra le 11.00 e le 18.00; evitare l’attività fisica intensa all’aria aperta durante gli orari più caldi della giornata; trascorrere le ore più calde della giornata nella stanza più fresca della casa, bagnandosi spesso con acqua fresca; indossare indumenti chiari, leggeri in fibre naturali (es. cotone, lino), ripararsi la testa con un cappello leggero di colore chiaro e usare occhiali da sole; proteggere la pelle dalle scottature con creme solari con alto fattore protettivo; bere liquidi, moderando l’assunzione di bevande gassate o zuccherate, tè e caffè. Evitare, inoltre, bevande troppo fredde e bevande alcoliche; avere un’ alimentazione leggera, consumando molta verdura e frutta fresca.

Maria Rosa Tamborrino