Trovato il cadavere di una donna in un box a Desio

Accoltellata alla gola – Il corpo agonizzante di Franca Lo Jacono, 61 anni, è stato trovato dai carabinieri all’interno del proprio box auto a Desio, ma il tempestivo arrivo dell’ambulanza non è servito a salvarle la vita. La donna era la consuocera di un imprenditore ucciso a novembre 2011, a colpi di pistola all’interno del suo ufficio, nella stessa cittadina in provincia di Milano.

L’allarme dei condomini – A chiamare i carabinieri sarebbero stati alcuni condomini che avevano notato il suo corpo riverso a terra all’interno del box che aveva la saracinesca alzata. Per l’omicidio della donna sarebbero state fermate tre persone che, secondo i primi accertamenti, non avrebbero legami con la malavita organizzata, come si era pensato in un primo momento. Uno dei tre uomini sarebbe infatti originario di Canicattì, paese in provincia di Agrigento, dove era noto che il consuocero della donna, Paolo Vivacqua, aveva fatto fortuna con lo smaltimento dei rifiuti speciali.

Tentativo di rapina – Si sospetta che i tre fermati, guidati dal siciliano, abbiano creduto che la donna avesse con sé importanti somme di denaro, ma poi, una volta appurato che  in realtà non era affatto come pensavano, potrebbero aver perso la testa e colpito la donna con un’arma da taglio. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri che non escludono nessun’altra pista.

Marta Lock