Afghanistan: una mina uccide 8 civili

Afghanistan, mina – Si continua a morire in Afghanistan, per mano di quelli che il governo indica come i “nemici dell’Afghanistan”, ovvero i talebani. Una mina è stata nascosta sul ciglio di una strada molto frequentata nella provincia meridionale di Helmand. Queste tecniche di guerriglia, l’utilizzo di ordigni piazzati in zone di grande transito, in genere sono utilizzate per colpire i mezzi e gli uomini della Nato o le truppe locali, ma molto spesso finiscono per colpire i civili. E così è successo anche in questa occasione, sono ben otto infatti le vittime di tale attacco.

E non solo – Ancora una volta la guerriglia ha colpito dei civili, ancora una volta si contano in Afghanistan dei morti innocenti. Il bilancio di otto persone uccise, tra cui anche donne e bambini è purtroppo solo provvisorio ed il numero di vittime potrebbe aumentare nelle prossime ore. Un secondo attentato poi ha procurato altre cinque vittime in un’altra zona del martoriato paese asiatico, a Musa Qala, un’area fortemente interessata da atti di guerriglia. Per avere un’idea del fenomeno, negli ultimi cinque anni il numero di civili morti in Afghanistan è cresciuto esponenzialmente, arrivando a toccare lo scorso anno la cifra record di 3021 vittime civili.

R. A.