Egitto, Fratelli Musulmani proclamano la propria vittoria nelle elezioni presidenziali

Egitto, elezioni presidenziali. Continua in Egitto lo spoglio delle schede elettorali, che a breve comunicherà il nome del vincitore del secondo turno elezioni presidenziali, che si sono tenute nel weekend appena passato. Il partito dei Fratelli Musulmani Giustizia e Libertà ha rivendicato da diverse ore la vittoria del proprio candidato Mohammed Morsi che, stando ai risultati in mano al movimento islamico presente in Egitto, avrebbe ottenuto ben 12 Milioni e 700mila voti, pari al 52,2% delle preferenze degli elettori. L’annuncio dato da Giustizia e Libertà è stato però contestato da Ahmed Shafik, il rivale di Morsi alle elezioni presidenziali egiziane. L’ultimo premier dell’era Mubarak ha annunciato infatti d’essere in testa, e d’essere ad un passo dalla vittoria certa e definitiva.

Esercito: “Presto potere nelle mani del nuovo presidente” – In Egitto comunque non si registra tanta confusione solamente nell’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, ma anche in altri importanti aspetti legati alla vita politica del paese arabo-africano. Il Consiglio Supremo Militare infatti ha deciso di indire delle altre elezioni politiche, che si terranno subito dopo l’adozione di una nuova costituzione, che verrà studiata da un’apposita Assemblea costituente, e che sarà approvata attraverso una consultazione popolare tramite referendum. Il Consiglio Militare a capo dell’Egitto però ha anche annunciato che il potere verrà presto dato al vincitore delle elezioni presidenziali, il cui spoglio si sta tenendo appunto in questi istanti. Il passaggio dei poteri al nuovo presidente egiziano, avverrà al termine di una cerimonia pubblica, che potrebbe essere trasmessa in diretta in Mondovisione.

Simone Lo Iacono