Euro 2012, pagelle Italia-Irlanda: Barzagli sicuro, Pirlo opaco

Euro 2012, pagelle Italia-Irlanda – Vittoria doveva essere, vittoria è stata. L’Italia supera l’Irlanda 2-0, ringrazia Spagna e Croazia che giocano una partita “vera” e si qualifica ai quarti di finale di Euro 2012. A Poznan, dopo una buona mezz’ora di noia, Cassano spacca in due il match con un colpo di testa su angolo di Pirlo. Per vedere il raddoppio bisogna aspettare il 90′: Balotelli, subentrato a Di Natale, insacca con una bella rovesciata su corner di Diamanti. Il successo sul Trap ci consente di chiudere con 5 punti al secondo posto del gruppo C: a quota 7, in testa, finisce la Spagna, che a Danzica batte la Croazia 1-0 con un gol di Jesus Navas a 2′ dalla fine. Stasera conosceremo l’avversaria che affronteremo domenica sera a Kiev: ci toccherà la vincente del gruppo D, quello con Francia, Inghilterra e Ucraina ancora in lizza.

ItaliaBarzagli 7: Reduce dall’infortunio al polpaccio, nei primi quindici-venti minuti sembra un po’ spaesato, come dovesse riabituarsi alla partita. Niente paura, comunque: il tempo di prendere le misure e diventa il solito muro invalicabile. Puntuale nell’anticipo, nonostante lo strapotere fisico degli irlandesi ha la meglio anche nei contrasti ruvidi. Pilastro vero. Balzaretti 6,5, Marchisio 6,5, De Rossi 6,5, Balotelli 6,5, Cassano 6,5, Buffon 6, Abate 6, Chiellini 6, Bonucci 6, Di Natale 6, Diamanti 6, Thiago Motta 5,5, Pirlo 5,5: Nella partita d’esordio aveva sfornato l’assist per Di Natale, contro la Croazia aveva infilato su calcio piazzato. Anche ieri la rete di Cassano nasce da un suo corner, ma è di fatto l’unica giocata vera all’interno di una partita scialba e con poche idee. Il centrocampo a rombo, con Thiago Motta che arretra spesso a ricever palla, sembra soffocarlo (C.t. Prandelli 6,5).

IrlandaSt Ledger 6,5: Alla fine della fiera, uno dei migliori irlandesi di questo Europeo. Certo, nel complesso la difesa di Trapattoni non ha fatto certo una gran figura, con nove gol subiti in tre gare. Ma il centrale del Leicester se l’è comunque cavata (suo l’unico gol dei verdi, all’esordio contro la Croazia): anche ieri ha dimostrato di saperci fare, facendo soffrire e non poco sia Cassano che Di Natale. Dunne 6, Ward 6, Whelan 6, McGeady 6, Long 6, Given 5,5, Duff 5,5, Doyle 5,5, Andrews 5, Keane 5, Walters s.v., Cox s.v., O’Shea 5: Per mezz’ora l’Italia spinge poco, e il difensore del Sunderland se la gioca in serenità. Lentamente, però, gli azzurri prendono ad attaccare, e lo fanno soprattutto dalla sua parte: quando Balzaretti abbandona la difesa e si presenta sul fondo, lo salta con facilità irrisoria. Per non farsi mancare nulla, si fa anticipare da Balotelli sul gol del raddoppio (C.t. Trapattoni 5,5).

Pier Francesco Caracciolo