G20 in Messico: salta l’incontro tra Obama e i leader Ue

Sfumato il vertice tra Obama e i leader Ue – Sfuma il tanto atteso vertice tra il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, e i leader dell’Unione Europea, previsto per la serata di ieri al G20. La motivazione ufficiale, fornita dalle fonti ufficiali della Casa Bianca, sembra essere legata al protrarsi della cena dei lavori del vertice, ma sono in molti a scommettere che dietro il mancato appuntamento ci siano le tensioni emerse nelle ultime ore tra le due sponde dell’Atlantico, per le divergenti opinioni circa la risoluzione della crisi dell’eurozona. Proprio questo sarebbe stato, infatti, il tema centrale dell’incontro, soprattutto dopo il risultato delle elezioni in Grecia, che ha visto la vittoria del fronte conservatore pro Euro.

La cancelliera tedesca Angela Merkel sempre più isolata – L’incontro, riservato solo a pochi ‘intimi’, tra i quali doveva essere presente anche il nostro premier, Mario Monti, assieme alla cancelliera tedesca Angela Merkel, al neo eletto presidente della Francia, Francois Hollande, oltre al presidente della Commissione Ue Barroso e del Consiglio europeo Van Rompuy, avrebbe dovuto prendere in seria considerazione la possibilità di attuare un piano di azione deciso e forte per contrastare il dato negativo proveniente dalle nazioni europee, la maggior parte delle quali si trovano impantanate in una crisi economica che le sta facendo precipitare sempre più. Secondo alcune voci, provenienti da Los Cabos, luogo prescelto per il G20, pare invece che sia stata proprio la cancelliera tedesca, che oramai sembra sempre più isolata, allontanata spesso nelle scelte anche dai leader dell’Ue, ad aver chiesto il rinvio dell’incontro perché avrebbe ritenuto già esauriente lo scambio di vedute, durato per 45 minuti circa, avvenuto poco prima della cena del G20, avuto col presidente Usa.

Maria Rosa Tamborrino