Pdl: primarie aperte anche ai non iscritti

Il segretario Angelino Alfano ha convocato ieri in via dell’Umiltà tutto il gotha del Pdl. Un incontro volto a trovare la quadra sulle primarie e a definire le regole per la loro organizzazione.

Regole da stabilire – Nella sede del Pdl c’erano veramente tutti. O quasi. Ex aennini ed ex forzisti si sono trovati seduti intorno allo stesso tavolo, convocati dal segretario Angelino Alfano. Il motivo? Dopo l’annuncio sulle primarie, è necessario porre i “paletti” utili a rendere le consultazioni efficaci e credibili. Da qui la proposta di definire delle regole essenziali, intorno alle quali tutti i pidiellini possano costruire la promozione delle primarie e favorire il rilancio del partito.

Primarie aperte a tutti – Tra i big intervenuti: i coordinatori Ignazio La Russa e Denis Verdini, i capigruppo alla Camera e al Senato, Fabrizio Cicchitto e Maurizio Gasparri, gli ex ministri, Maria Stella Gelmini e Altero Matteoli, e molti altri ancora. L’idea più “gettonata” è stata quella di indire primarie aperte a tutti – anche ai non iscritti – capaci di garantire una partecipazione ampia e inconfutabile.

Quagliariello: Si va avanti – “Sulle primarie si va avanti – ha dichiarato ieri, all’uscita della riunione, Gaetano Quagliariello Abbiamo iniziato la discussione, che non termina oggi, ed abbiamo ribadito la ferma volontà di andare avanti, di farle veramente. Abbiamo discusso alcuni aspetti politici e molti tecnici. Per me le primarie devono essere aperte.

Alemanno non si candida – Concetti sostanzialmente ripresi dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno: “Io alle primarie non mi candidoha risposto ai giornalisti che lo hanno interpellato sull’argomento – Ci sono molte ipotesi in campo e c’è grande voglia di tenere una consultazione democratica che sia vera, coinvolgente e semplice. Le premesse sono buone, bisogna trovare regole semplici per primarie aperte”.

Il rilancio del Pdl – E a manifestare soddisfazione è stata anche l’ex ministro della Gioventù, Giorgia Meloni“L’incontro di oggi è un nuovo passo in avanti nel percorso di rilancio del Pdl – ha osservato – Le primarie sono uno degli strumenti che possono contribuire a raggiungere questo obiettivo, ma affinché siano davvero efficaci devono essere fondate su due parole d’ordine: regole stringenti e partecipazione“.

Maria Saporito