Sisma in Emilia: Papa Ratzinger in visita nelle zone terremotate il prossimo 26 giugno

Nuove scosse di terremoto in Emilia Romagna – Ancora nella notte molti territori dell’Emilia Romagna sono stati colpiti da nuove scosse di terremoto, che non accennano a smettere. Paura e disagi regnano sovrani in questa terra, martoriata dall’impeto di continui terremoti. Da ogni parte d’Italia arrivano aiuti a queste popolazioni, oramai sfollati dalle proprie case, ridotte spesso in macerie, e costretti a vivere in tendopoli e centri d’accoglienza, dove tra scosse e caldo, la vita sembra invivibile.

Il sostegno della Chiesa e del Papa agli sfollati – Anche la Chiesa Cattolica si è mossa a sostegno delle migliaia di persone sfollate. Lo stesso Papa Benedetto XVI, il prossimo 26 giugno, andrà in visita nelle zone dell’Emilia Romagna colpite dal terremoto, visitando la zona rossa, ovvero quella più colpita dalle scosse del sisma, di  Rovereto di Novi, in cui ha perso la vita il parroco della zona mentre cercava di portare fuori dalla chiesa una statua della Madonna, e visiterà la zona di San Marino di Carpi. Papa Ratzinger partirà dall’eliporto vaticano in elicottero la mattina verso le 9 con atterraggio alle 10,15 nel campo sportivo di San Marino di Carpi in provincia di Modena. Qui sarà accolto dal capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, e il presidente della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani, oltre che da vescovi, autorità e rappresentanze delle diverse realtà colpite dal sisma.

Papa Ratzinger e il ricordo del sacerdote morto nel sisma – Il Santo Padre terrà un discorso in sostegno di queste popolazioni, più volte colpite dalle scosse di terremoto e andrà in visita nella chiesa di Santa Caterina di Alessandria, dove il parroco è rimasto ucciso a causa della forte scossa che ha fatto precipitare parte della struttura religiosa. La visita di Papa Benedetto XVI nei luiìoghi del terremoto, durerà tre ore in tutto: alle ore 12, infatti, Papa Ratzinger ripartirà in elicottero alla volta del Vaticano, dove il rientro è previsto per le 13.30 circa.

Maria Rosa Tamborrino