Venerdì di passione per i trasporti pubblici, sciopero generale di 24 ore

Sciopero di 24 ore – Per la giornata di venerdì 22 giugno è stato indetto uno sciopero dell’Usb, l’Unione sindacale di base, per manifestare il dissenso nei confronti degli ultimi decreti emessi dal Governo. Le categorie aderenti saranno: metro, bus, treni, aerei e traghetti, sia nazionali che locali, anche se questi ultimi lo attueranno con orari e modalità diverse.

Treni, autobus e tram – I treni resteranno fermi dalle 21 di giovedì 21 giugno alle 21 di venerdì 22 giugno, tranne alcune tratte confermate di cui si possono reperire informazioni sul sito di Trenitalia, e tutti i treni dell’Emilia Romagna. Autobus, tram e metropolitane si fermeranno per 24 ore nel rispetto però delle fasce protette nelle quali si muovono i pendolari, perciò a Milano i mezzi rimarranno fermi dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio, mentre a Roma dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio.

Aerei, navi e traghetti – Gli aerei resteranno a terra dalle 23.59 di giovedì 21 fino alla mezzanotte di venerdì 22. A Milano sciopererà anche tutto il personale Sea, in forza sia all’aeroporto di Linate che in quello di Malpensa, e degli assistenti di volo e dei piloti del gruppo Meridiana Fly, fatta eccezione per i voli e i passeggeri da e per l’Emilia Romagna. Navi e traghetti rimarranno in porto dalle 8 di venerdì 22 giugno per 24 ore.

Marta Lock