Euro 2012, Italia: per Buffon, con l’Inghilterra, sarà una sfida equilibrata

Euro 2012, Italia – Gigi Buffon lancia la sfida all’Inghilterra. Il portierone azzurro ha parlato in conferenza stampa insieme ai compagni di ruolo De Sanctis e Sirigu. Un’analisi non ottimistica, ma realistica la sua: “L’Italia ha una qualità-difetto: mette in equilibrio partite con squadre più deboli e più forti. In questo caso le percentuali di vittoria sono al 50%, sarà una partita equilibratissima, gli episodi faranno la differenza. Sia noi che loro vogliamo riprenderci un po’ di prestigio”. Poi, mette in guardia i suoi compagni: “Servirà qualcosa di più di quello dato sinora per andare avanti e sarebbe meglio chiudere la pratica prima dei rigori”.

Gli avversari – Buffon teme la forza e la qualità dei campioni inglesi: Rooney è un trascinatore: dopo Messi e Cristiano Ronaldo, c’è lui. Poi, ci sono Terry, Gerrard e Cole: tutta gente che sa come si vince (tutti e tre hanno vinto una Champions League, ndi)”. Elogi anche per Joe Hart, il portiere della nazionale allenata da Roy Hogdson: “Con Neuer e Sirigu è uno dei portieri che può segnare un’epoca. Per diventare campione devi sbagliare il meno possibile”. Buffon ha affrontato l’Inghilterra in due amichevoli (nel 2000 e 2002) entrambe vinte dagli azzurri: “Questa è la prima vera grande sfida contro di loro”.

Lode a Cassano – Infine, il capitano azzurro spende belle parole per Antonio Cassano: “Con Antonio c’è un rapporto di stima e amicizia calcistica. Non abbiamo mai giocato insieme, ma ci siamo ritrovati in queste occasioni, c’è affinità, mi piace la sua sana follia, mi piace il suo modo di esprimersi, forse alcune volte un po’ stravagante, il suo modo di dire le cose, il suo modo di rapportarsi con i compagni. Possiede dentro di sé delle doti di leadership importanti che neanche lui probabilmente conosce. Sia in campo che fuori, lui è un vero valore aggiunto.

Miro Santoro