Intercettazioni, Casini: Schegge della magistratura contro Napolitano

Intercettazioni, Casini se la prende con ‘schegge’ della magistratura – L’attacco al presidente della Repubblica “è chiaramente pretestuoso e infondato. E, tanto per essere chiari, non penso venga da partiti politici ma da schegge della magistratura che forse hanno obiettivi intimidatori. Non ha dubbi il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, che a proposito delle polemiche scoppiate intorno alle intercettazioni tra Mancino e Loris D’Ambrosio, consigliere del Quirinale per gli Affari giuridici, attacca il perverso circuito giudiziario-mediatico che starebbe dietro all’attacco al Capo dello Stato.

Napolitano non si farà intimidire’ – “Come cittadino voglio sapere chi, divulgando intercettazioni in un perverso circuito giudiziario-mediatico, ha determinato questo attacco al Quirinale ha detto Casini. “In questo momento stanno succedendo cose gravi e, siccome a pensar male si fa peccato ma ci si azzecca, dico che non vorrei che questo attacco fosse determinato da chi si sente minacciato nei privilegi di casta o che pensa di avere il monopolio su alcuni poteri dello Stato rispetto ad un uomo che garantisce il rispetto dell’equilibrio tra i poteri”. In ogni caso, ha aggiunto il leader centrista, “il presidente Napolitano ne ha viste di tutti i colori, ha i nervi saldi e non si fa intimidire”.