Jonah Lehrer copia se stesso: scoppia lo scandalo

Polemica mediatica – Ha suscitato curiosità e qualche perplessità il caso di plagio che ha visto protagonista un giornalista della celebre testata The New Yorker. Jonah Lehrer, da poco assunto nel giornale, è stato infatti accusato di aver copiato un articolo da lui stesso scritto sul The Wall Street Journal nel mese di ottobre. Ad accorgersi della situazione è stato il blogger Jim Romenesko che ha fatto notare come tre paragrafi fossero identici allo scritto precedente.
Dal primo commento sul blog si è passati poi all’esposizione mediatica di quella che sembra essere un abitudine del giornalista e scrittore: sono infatti emersi altri esempi di plagio tra quanto firmato da Lehrer su Wired, New York Observer e New York Times Magazine.

Scuse ufficiali – La notizia ha obbligato gli editore del The New Yorker a pubblicare una nota di scuse nei confronti dei lettori, amettendo che il materiale inserito online era stato duplicato, e lo stesso Jonah Lehrer ha espresso il suo dispiacere ed ammesso le sue colpe: “E’ stata una cosa stupida da fare, incredibilmente indolente ed assolutamente sbagliata“.
Il comportamento non ha solo influito sulla sua carriera giornalistica, ma anche in quella di scrittore: l’editore dei suoi tre libri, Houghton Miffline Harcourt, ha dovuto assicurare che le prossime edizioni del bestseller Imagine conterranno una nota in cui si spiega la presenza di alcuni passaggi già pubblicati altrove negli ultimi anni, sotto diversa forma: “Possiede i diritti sugli articoli utilizzati, quindi nessun permesso è stato necessario. Aggiungerà una spiegazione tra i ringraziamenti in cui si sottolinea il suo lavoro precednte“.

Beatrice Pagan