Pd, Fassina su Renzi: E’ un portaborse

Fine settimana agitato nel Pd in cerca di chiarimenti in vista delle primarie e della scelta del candidato giusto alla partnership e i riflettori sono tutti su Firenze e il suo sindaco. Domani Renzi sarà il mattatore di “Big Bang Italia. Obiettivo Comune” dove ci si attende la formalizzazione della sua partecipazione ufficiale alle primarie previste in autunno.

Tocca però a Renzi incassare anche l’attacco di Stefano Fassina, responsabile economia del Pd, che a Radio 24 ha dichiarato: “Renzi? E’ una figura minoritaria nel partito, ripete a pappagallo alcune ricette della destra, è fuori tempo massimo. Ma non credo andrebbe con Berlusconi, è lontano anche dal suo populismo”. E ancora: “Secondo le regole che ci sono ora non potrebbe nemmeno candidarsi alle primarie e un partito funziona con delle regole. Ma Bersani vincerà comunque a mani basse, perchè fare il premier è qualcosa che non si improvvisa e renzi non si capisce nemmeno cosa propone”. Poi l’attacco: “Lui è un ex portaborse, diventato poi sindaco di Firenze per miracolo, per le divisioni interne al Pd fiorentino”. Al sindaco di Firenze non resta che la replica affidata ad un tweet: “Domani incontriamo oltre settecento amministratori locali. A chi insulta rispondiamo con un sorriso”.

Irene Fini