Google ricorda Alan Turing, papà dell’informatica

Un doodle in onore di Turing – Google celebra oggi il centenario della nascita a Londra, il 23 giugno 1912, di Alan Turing, scienziato eclettico che fu crittografo, filosofo, matematico e tecnologo visionario. Grazie alla sua ‘macchina’, una scatola nera che obbedisce a istruzioni predefinite, Alan Turing è oggi considerato il padre dell’informatica e dell’intelligenza artificiale. E il principale motore di ricerca ha pubblicato oggi un doodle che si ispira proprio alla celebre ‘macchina di Turing’, l’antenato dei computer.

Una fine tragica – Nato il 23 giugno 1912, Turing è stato una delle menti più brillanti del secolo scorso. Grazie al suo genio riuscì a decifrare i codici segreti usati dai nazisti con la macchina tedesca ‘Enigma‘, dando probabilmente una svolta decisiva alle sorti della Seconda Guerra Mondiale. La sua vita si concluse, però, in maniera tragica. Nel 1952, accusato di omosessualità, fu condannato alla castrazione chimica con iniezioni di ormoni femminili. Si suicidò due anni dopo, nel 1954, a 42 anni, dando un morso a una mela avvelenata al cianuro. Lo scienziato è stato riabilitato solo nel 2009, con le scuse ufficiali del governo britannico.