Paolo Belli: Noi cantiamo ancora

La nuova canzone in anteprima lunedì 25 giugno allo Stadio Dall’Ara. Fra poco più di quarantotto ore inizierà, allo stadio Dall’Ara di Bologna, il Concerto per l’Emilia o meglio il mega evento organizzato dal leader dei Nomadi per raccogliere fondi a favore dei terremotati. Fra i cantanti presenti sul palco, all’interno cioè della lunga lista di personaggi che si sono resi disponibili per aiutare la propria terra, vi è anche l’amatissimo Paolo Belli che moltissimi conoscono anche per la sua presenza come direttore delle danze e dei provetti ballerini del programma di Milly Carlucci su Rai 1, ovvero Ballando con le Stelle.

Noi cantiamo ancora. Il musicista, che vive a Carpi, zona colpita dal terremoto del 20 e del 29 maggio e che continua a ballare con le continue scosse di assestamento, e che ha quindi vissuto in prima persona la tragedia, anche se ancora scosso e terrorizzato, cercherà, come il suo solito, di far divertire e ballare tutti cantando anche il suo ultimo singolo intitolato Noi cantiamo ancora. Una canzone che, come lui stesso ha affermato in diverse interviste, vuole essere un vero e proprio ‘va a cagher’ al terremoto ovvero un invito alla terra che trema ad andare a quel paese proprio perché, nonostante tutto, gli emiliani, i suoi compaesani ed amici, non hanno nessuna intenzione di farsi piegare. Con lui, sul palco, saliranno anche alcuni ragazzi provenienti dalle zone terremotate e che Belli ha incontrato nel tour che ha fatto nelle varie tendopoli. In fin dei conti la canzone, che dice di aver ricevuto in sogno direttamente da Enzo Jannacci, dopo una delle ultime scosse, ha tutte le carte in regola per diventare un vero e proprio inno o almeno la bandiera di tutte le zone colpite dal sisma.

Alessandra Solmi