Grecia: Samaras, ancora convalescente, non sarà presente al vertice Ue a Bruxelles

Neo presidente greco assente dal vertice Ue – Il neo premier greco, Antonis Samaras, non sarà presente al prossimo Consiglio Europeo che si terrà, secondo il calendario ufficiale, il 28 e il 29 giugno prossimo a Bruxelles. A rendere nota la notizia è stato il portavoce del nuovo governo di Atene, Simos Kedikoglou. L’assenza di Antonis Samaras dall’importante incontro coi grandi d’Europa, tutti raccolti a Bruxelles, è dovuta alla sua convalescenza: il neo premier greco, infatti, solo pochi giorni fa, precisamente sabato scorso, ha subito un’operazione dovuta al distacco della retina di un occhio, e pare che il periodo di convalescenza, per lui, non sia ancora terminato. Il portavoce greco, infatti, ha spiegato che è stato proprio il chirurgo che ha operato il primo ministro che ha “espressamente vietato” a Samaras di viaggiare.

La Grecia chiederà una proroga di due anni per l’attuazione del piano austerità – La Grecia, però, sarà ben rappresentata nel vertice Ue che si terrà il prossimo 28 e 29 giugno dal nuovo ministro degli Esteri Dimitris Avramopoulos e dal ministro uscente delle Finanze Gerorge Zanias, rimasto ad interim in quanto sostituto del titolare attuale del Ministero, Vassilis Rapanos, il quale non ha ancora sostenuto il suo giuramento perché ricoverato in ospedale da venerdì scorso in seguito ad un malore. Proprio i due ministri dovranno confrontarsi con gli altri grandi d’Europa e spetterà a loro il compito, per niente facile, di illustrare la situazione gravosa in cui si trova la Grecia, e di presentare una richiesta formare far ottenere al neo governo ellenico una proroga di due anni, almeno fino al 2016, per l’attuazione del piano di austerità negoziato con l’Unione Europea e con il Fondo Monetario Internazionale.

Maria Rosa Tamborrino