Reggio Emilia: rapina un bar per pagare prostituta

Rapina il barista per pagare la prostituta – Ha chiesto un “prestito” di 150 euro a un barista e al suo rifiuto lo ha aggredito e rapinato. Quei soldi servivano per ‘consumare’ una prestazione con una prostituta. Sarebbe questa, stando alle prime risultanze d’indagine, l’origine dell’efferata rapina compiuta ieri mattina dopo le 5 all’interno di un bar di Gattatico, in provincia di Reggio Emilia, in conseguenza della quale il barista, un 35enne abitante del posto, ha riportato una prognosi di tre giorni.

I fatti – Il protagonista dell’aggressione è un 43enne reggiano abitante a Sant’Ilario d’Enza, denunciato per rapina aggravata dai carabinieri. L’uomo, cliente saltuario, è entrato nel bar chiedendo i soldi. Al rifiuto del gestore lo ha malmenato e gli ha lanciato contro bicchieri e tazzine, poi è fuggito con un bottino di 700 euro prelevato dalla cassa. Le forze dell’ordine sono riuscite a bloccare il “focoso” aggressore mentre rincasava.