Euro 2012, Inghilterra-Italia 0-0 (2-4 dcr): rigori azzurri, è semifinale

Inghilterra-Italia 0-0 (2-4 dcr) – Ci sono voluti i calci di rigore, ma alla fine l’Italia ce l’ha fatta: battendo la Nazionale inglese, gli azzurri si sono regalati la semifinale di Euro 2012. Giovedì sera, sul campo di Varsavia, ce la vedremo con la Germania: sulla carta un impegno proibitivo, ma a questo punto sognare è più che lecito. Quella vista sul campo di Kiev, infatti, è stata una Nazionale convincente: concentrata nella coppia centrale Bonucci-Barzagli, illuminata (con Pirlo) e tosta (con De Rossi e Marchisio) in mezzo al campo, la squadra azzurra ha avuto il solo demerito di non chiudere una gara dominata dall’inizio alla fine. La fortuna, quella che nei 120′ sembrava aver voltato le spalle agli azzurri (due i pali, uno con De Rossi in avvio di match e un altro con Diamanti nei supplementari), ha poi premiato la squadra che ha meritato: ai rigori, dopo l’errore di Montolivo, sono arrivati la traversa di Young e la parata di Buffon su Cole. Tra quattro giorni si torna in campo: con questo spirito, tutto è possibile.

Palo di De Rossi – Confermate le previsioni della vigilia: Prandelli sceglie il 4-3-1-2, con Montolivo alla spalle di Cassano e Balotelli. Gli azzurri partono bene e dopo 3′ vanno ad un passo dal gol con De Rossi, che centra il palo con una sberla da 25 metri. La risposta inglese è immediata: Johnson calcia dal limite dell’area piccola, Buffon ci mette la manona. Nel primo quarto d’ora l’Inghilterra spinge forte: cross di Johnson da destra, Rooney di testa manda alto. Lentamente, però, è l’Italia a prendere in mano la gara: lungo lancio di Pirlo, Balotelli si presenta davanti ad Hart ma Terry è bravissimo a salvare in scivolata. Montolivo non sembra in serata, ma al 32′ serve un gran pallone a Balotelli: destro poco convinto, Hart c’è. La ripartenza inglese è fulminea: Welbeck ci prova dal limite, palla alta di poco. Cassano protagonista nel finale di tempo: prima ci prova da fuori (bravo Hart in due tempi), poi di testa serve a Balotelli un pallone d’oro: l’attaccante del City, disturbato, non trova la porta da due passi.

Assalto azzurro – Anche la ripresa si apre con l’Italia in avanti: De Rossi avrebbe la palla buona dopo 3′, ma colpisce male da posizione favorevolissima. Poco dopo l’occasione è addirittura triplice: Hart respinge male un bolide dello stesso De Rossi, Balotelli ci prova ma trova ancora il portiere inglese, irrompe Montolivo che calcia alto. Gli azzurri sembrano padroni del campo: Balotelli prova la rovesciata, la palla non centra lo specchio. L’Inghilterra soffre, ma quando si avvicina all’area azzurra son dolori: Young calcia dal centro dell’area, Abate salva. Lentamente la gara cala di ritmo: Prandelli inserisce Diamanti, che impegna subito Hart da fuori. Poco dopo è il turno di un altro nuovo entrato, Nocerino: destro a botta sicura, Johnson salva. All’ultimo dei 3′ di recupero, Rooney ci prova in rovesciata: palla alta, si va ai supplementari.

Diamanti, altro palo – Anche nell’extra-time sono gli azzurri a farsi preferire. Balotelli, un po’ isolato là davanti, prova ad impensierire Hart in un paio di circostanze, ma il portiere dell’Inghilterra se la cava. All’11’ l’Italia centra il secondo palo della serata: Diamanti crossa da destra, nessuno tocca in mezzo all’area, Hart non ci arriva e la palla scheggia il legno. Nel secondo tempo, su cross basso di Balzaretti, ancora Diamanti protagonista: girata mancina, palla sul fondo. A 5′ dalla fine l’Italia troverebbe anche il gol con Nocerino, che però scatta in posizione irregolare: rete annullata, si va ai rigori. Montolivo sbaglia il secondo penalty azzurro, ma gli inglesi fanno peggio: Young centra la traversa, poi Buffon è bravissimo a parare su Cole. L’ultimo rigore è di Diamanti: spiazzato Hart, l’Italia è in semifinale.

Pier Francesco Caracciolo